Renato Salvetti

Nato a Monesiglio (CN) il 6 novembre 1924, operaio
Nome di battaglia “Renè”
Partigiano garibaldino, viene arrestato nel dicembre 1943 e deportato a Mauthausen.
Quando ritorna a casa nel 1945 scopre che la madre Caterina è morta nel bombardamento di Dogliani il 31 luglio 1944
Sulla sua vita Anna Raviglione e Franca Di Palma hanno scritto il libro “Sopravvissuto a Mauthausen”
L’intervista è stata realizzata da Beppe Fenocchio nel 2012